Camogli ,

Chi è online

 25 visitatori online

Pirati!!!

CASA DEI MARINAI

Ammissione alla Casa dei Marinai

I numeri e il mare

Matematica col Prof Mortola
Know Maritime English!

Condividi su Facebook!

Ma guarda un pò: ci sono anche i Comandanti in gamba! PDF Stampa E-mail
AddThis Social Bookmark Button

english below

lemm

Il CSLC Giuseppe Casini Lemmi durante un festeggiamento della Carnival Corporation (2011)/Capt. Giuseppe Casini Lemmi during a celebration of Carnival Corporation (2011)

Naturalmente non ne parla nessuno, per vari motivi. Intanto essere un Comandante a Camogli è considerata una cosa, se non banale, almeno normale. Una volta ce n’erano talmente tanti che quando si sentiva dire “buongiorno Comandante!” non si girava nessuno per la curiosità.

Al contrario, poteva capitare che si girassero diversi signori domandandosi se il saluto era per loro. Adesso, udendo lo stesso saluto, qualcuno si gira curioso perchè il nostro numero è diminuito e stiamo diventando più rari.
A Camogli, che un Comandante sia in gamba è cosa normale, niente di strano. Un Comandante “DEVE” essere in gamba.
E invece no!

anch

Si arriva ad essere in gamba con la serietà continua, con la dedizione, con il sacrificio, con la determinazione, con la fortuna... e sì, anche con quella.
Ce li abbiamo ancora i Comandanti in gamba e alcuni li conosciamo bene, come Gigi Lanaro, Andrea Viacava, Roberto Costi, Vittorio Marchi. Loro sono i camoglini che comandano le navi della Carnival Cruises, la più grande compagnia di crociere del mondo. Senza contare Roberto Volpi che ha trascorso la gioventù a Camogli e che è appena andato in pensione.
Le loro sono navi gigantesche che trasportano milioni di passeggeri all’anno in sicurezza perchè sono condotte da professionisti preparati e orgogliosi di esserlo.

lan viac
            Capt. PierLuigi Lanaro

              Capt. Andrea Viacava

marcos volp
  Capt. Vittorio Marchi &                       Capt. Roberto Costi                  Capt. Roberto Volpi

Nel 2011 anch’io comandavo una nave della Carnival Corporation e in quell’anno celebrammo, con la partecipazione di tutti i passeggeri e di tutti gli equipaggi, la messa in opera della centesima unità del grande gruppo armatoriale. Nel piccolo discorsetto durante il brindisi accennai come io avessi lavorato a bordo della prima nave nella storia della corporation e cioè la venerabile Mardi Gras, quando ancora era l’unica unità della compagnia.
Nella storia della Carnival Cruises gli equipaggi contribuirono in grandissima parte al successo ed alla crescita dell’azienda. Lo stato maggiore di tutte le navi era ed è rimasto italiano e guai a chi glieli tocca, a Micky Arison, gli italiani.
Oggigiorno c’è bisogno di grande coordinamento e di controllo del funzionamento dell’organizzazione, specialmente per il rispetto delle regole di sicurezza, ai comandanti camoglini vengono affidati anche incarichi al di fuori della condotta delle navi, non certamente per il loro luogo di origine ma perchè sono persone attendibili.

bab
I giovani Capitani al mare! (leggi articolo)/
Young Shipmasters at the beach (read article)

Ne parleremo ancora di loro, delle loro funzioni e della loro carriera. Di loro SI' che si deve parlare, perchè è giusto che si mostri l’esempio, che si premi la grande professionalità, ottenuta con così tanto lavoro.
E non finisce qui, ci sono anche i giovani che stanno scegliendo di studiare da Ufficiale di Bordo e che, una volta finito il liceo nautico, concorrono per l’Accademia Navale Mercantile.
Non è importante che i Comandanti siano tanti, ma è importante che siano “IN GAMBA”.

CSLC Giuseppe Casini Lemmi (1/2014)



Camogli Masters, Good Captains Also Exist

Being a ship Master in Camogli is considered almost commonplace, a normal thing.
Once there were so many of them that, when you hear "Hello Captain" , no one would turn with curiosity. On the contrary, it could happen that several men would turn, wondering if the greeting was for them.
Now, hearing the same greeting, someone does become curious, because our numbers have decreased and we are increasingly  rare.
The common thinking in Camogli is that a captain, any captain, must be a good one.
Actually it is not like that.
You get to be good in your position by using continuous seriousness, dedication, determination, and luck …. yes, even  that.
In Camogli we have several good ship Masters, and some of them we know well, such as Gigi Lanaro , Andrea Viacava , Roberto Costi, Vittorio Marchi - not to mention our member Roberto Volpi, who spent his youth with us and who has just retired.
They are the “camoglini” who command the ships of Carnival Cruises , the largest cruise company in the world.
Those are gigantic ships carrying millions of passengers every year in security because they are conducted by trained professionals, proud of what they do.

In 2011 I was in command of a ship of the Carnival Corporation and we celebrated, with the participation of all passengers and all the crew, the implementation of the hundredth unit of the largest shipping group. In the short speech during the toast I mentioned that I had worked on board the first ship in the history of the corporation, the venerable Mardi Gras, when she was still the only ship of the company.
In the history of Carnival Cruises, crews largelly contributed to the success and growth of the company . The officers of all Carnival ships are of Italian nationality since the beginning, and Micky Arison (the Chairman) always appreciated their performance.
Today there is a great need for supervision and control of the organization , especially with respect to safety rules . Within these tasks, the “camoglini” captains are even assigned to higher positions in addition to  the conduct of the ships, certainly not for their place of origin but because they are trusted people
.
We'll write more about them, their functions and their careers. We must write about them because their professionalism, obtained with so much dedication, is important as an example.

The story does not end here , there are also many young people who are choosing the career of Marine Officer. Most of them, once finished with the Maritime High School, apply to the Merchant Marine Academy.
What is important is not that Captains are many, but that they are "clever".

Capt. Giuseppe Casini Lemmi (1/2014)

 

Commenti 

 
#1 2014-07-27 10:53
Ho navigato quasi quindici anni, e sicuramente quanto scritto sopra è così vero da essere banale. Solo chi, come in questi tempi di Concordia, ha puntato i riflettori sul questo mondo, si è concesso il lusso di dire il contrario.

CdM C.Baldini
 

Consulenze previdenziali

Consulenze Previdenziali

 

Copyright © 2017- Società Capitani e Macchinisti Navali - Camogli
E' vietata in qualsiasi forma la riproduzione, totale o parziale dei contenuti del sito
Any reproduction, total or partial of the contents of this website, is strictly forbidden


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy (raggiungibile anche col menu di sinistra). Per saperne di piu sui cookies di questo sito e come cancellarli, vedi la regole privacy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information
escort eskisehir escort eryaman escort samsun escort bursa