Camogli ,

Chi è online

 4 visitatori online

Pirati!!!

CASA DEI MARINAI

Ammissione alla Casa dei Marinai

I numeri e il mare

Matematica col Prof Mortola
Know Maritime English!

Condividi su Facebook!

Il Comandante Joseph Conrad PDF Stampa E-mail
AddThis Social Bookmark Button

otago4
Il brigantino a palo Otago

Molti hanno letto - e non solo nelle nostre pagine - che Joseph Conrad fu imbarcato come Ufficiale a fine '800 sul Narcissus, veliero gestito anche da armatori camogliesi; da quell'esperienza scaturì uno dei suoi capolavori, " The nigger of the Narcissus". Non va perciò scordato che Conrad prima di essere uno scrittore fu un navigante.

Ovviamente quando poi divenne celebre, lasciò la professione sul mare e si dedicò interamente alla produzione della sua vasta e famosa letteratura. La visione delle sue opere ebbe generalmente inizio sulle navi e pertanto, Conrad è lo scrittore di mare per eccellenza. Su uno dei "suoi" velieri trovarono spunto due racconti, "La linea d'ombra" e "Lo specchio del mare": quella nave si chiamava Otago e rimase famosa poichè fu l'unica unità ad essere comandata dallo scrittore-capitano.

Vediamo perciò la storia di questo veliero. L'amico della Società Capitani di Camogli, il CDM Vincenzo Merlo che risiede ad Hobart in Tasmania, ci ha fatto pervenire l'interessante documentazione che segue.


L'Otago era un veliero con scafo in ferro a tre alberi costruito da A. Stephen a Glasgow nel 1869. Misurava 50 mt di lunghezza, 8 mt. di larghezza e 4 mt. di pescaggio. Era registrato con 367 tonnellate di stazza ed aveva 13 persone d'equipaggio. Nel 1872 fu trasferito da Glasgow ad Adelaide in Australia, per conto dell’ armatore Simson e vari altri soci.
Il 4 dicembre 1889, in navigazione nel Golfo di Tailandia, il suo capitano, John Snadden, morì e il veliero fu obbligato a fare scalo a Bangkok dove Conrad, 32 anni, allora Primo Ufficiale, fu promosso al comando . Conrad diresse il veliero verso Singapore, Sydney, Melbourne, Mauritius ed infine Adelaide.
Nel 1903 l'Otago, al termine della sua carriera, fu acquisito da Huddart Parker and Co. e trasformato in carboniera. Nel luglio 1905 giunse ad Hobart per rimpiazzare la decrepita carboniera Frederica.
Nel gennaio 1931 l'Otago fu ceduto a Henry Dodge per la demolizione e rimorchiato nella località dove rimane tutt’ora. Lo scafo fu parzialmente demolito nel  1937 e - ulteriormente - nel 1957 per essere quindi venduto come rottame.

otago3
La targa commemorativa sul luogo della demolizione dell'Otago

Durante gli anni che seguirono, molte parti vennero rimosse come souvenir e cimeli. La ruota del timone si trova ora nel Quartier Generale dei Master Mariners a Londra. Una parte della poppa finì a Los Angeles e parte delle strutture in legno si possono vedere al Museo Marinaro di Hobart.

otago1
Porzione dello scafo in ferro dell'Otago visto da prora

Oggigiorno, i resti della Otago sono ancora visibili - durante la bassa marea - nella baia sulla costa orientale del fiume Derwent nella località che e’ stata ribattezzata Otago Bay, ad una quindicina di chilometri a nord di Hobart. La prua rimane sulla battigia mentre la poppa giace su un fondale di due metri. A causa delle demolizioni, della corrosione e dei danni causati dalle intemperie, la maggior parte dello scafo è scomparsa, ma si possono ancora vedere chiaramente la sua sagoma ed alcune ordinate.

otago2
Altra immagine del relitto dell'Otago: Si notano le ossature e parte di una zavorra
prodiera
in cemento

L'esperienza sull'Otago, fece scrivere a Conrad parte dell'introduzione dello "Specchio del mare": "Questo libro è il miglior tributo che la mia devozione può offrire a tutto ciò che ha definitivamente formato il mio carattere e il mio destino: al mare imperituro, alle navi che non ci sono più e agli uomini semplici che hanno vissuto il loro momento."=

Vincenzo Merlo (8/2014 - foto dell'Autore)

 

Consulenze previdenziali

Consulenze Previdenziali

 

Copyright © 2017- Società Capitani e Macchinisti Navali - Camogli
E' vietata in qualsiasi forma la riproduzione, totale o parziale dei contenuti del sito
Any reproduction, total or partial of the contents of this website, is strictly forbidden


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy (raggiungibile anche col menu di sinistra). Per saperne di piu sui cookies di questo sito e come cancellarli, vedi la regole privacy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information
escort eskisehir escort eryaman escort samsun escort bursa