Camogli ,

Chi è online

 85 visitatori online

Pirati!!!

CASA DEI MARINAI

Ammissione alla Casa dei Marinai

I numeri e il mare

Matematica col Prof Mortola
Know Maritime English!

Condividi su Facebook!

Civitavecchia, porto di crociere Stampa E-mail
AddThis Social Bookmark Button

ships2Santa Fermina calmava le tempeste di mare mentre navigava nelle acque di Civitavecchia. Per questo la sua statua fu messa all’entrata del porto. La statua é ancora nella stessa posizione solo che questa non corrisponde più all’entrata ma quasi alla radice del molo perché quest’ultimo si é fatto molto più lungo e più largo. 
Adesso Civitavecchia si disputa con Barcellona il primato del numero di passeggeri e del numero di approdi per le navi da crociera nel Mediterraneo. Questo risultato prestigioso non é dovuto solo all’attrazione “fatale” di Roma per i turisti di tutto il mondo ma anche al fatto che il porto si é ingrandito, emancipato, migliorato e... non é finita qui. Di tutti i porti italiani che conosco, Civitavecchia è quello che negli ultimi anni ha mostrato di più l’evidenza della costruzione di nuove strutture e del miglioramento delle vecchie.

Santaf
La statua di Santa Fermina, nel porto di Civitavecchia

Io stesso ho testimoniato, negli anni durante gli approdi delle “mie” navi, gli avanzamenti dei lavori che hanno portato alla realizzazione delle banchine del Terminal Container (banchina n. 25) per mezzo del riempimento di ettari di mare  e dei suoi piazzali dove, dall’inizio del 2009, sono in attività le gru Paceco. Ho anche visto la creazione della  Darsena Commerciale dove c’era un basso fondale inutilizzabile e ora é una lunga banchina con 13 metri di pescaggio. Ho visto crescere dal nulla il pontile per l’accosto delle carboniere che riforniscono la Centrale Elettrica Enel (Torre Valdaliga Nord).
Ma la mia attenzione si soffermava soprattutto ai progressi dei lavori all’Antemurale Colombo. Via via che la diga avanzava, i camions e le maone versavano materiale di riempimento per la creazione delle nuove banchine. Adesso si può dire che il porto può ospitare simultaneamente tutte le navi passeggeri che chiedono l’approdo senza rifiutarne alcuna. Il 10 Ottobre 2008 Civitavecchia ha ospitato 12 navi da crociera contemporaneamente.

Alcune belle immagini del porto di Civitavecchia e della sua espansione

I loro passeggeri con gli autobus delle escursioni raggiungono Roma in un’ora. Inoltre fanno visite alternative nei Castelli Romani, in Umbria. La posizione privilegiata rispetto all’Aeroporto di Fiumicino favorisce la scelta di Civitavecchia come scalo capolinea per cui sono nati tre Terminal Passeggeri negli ultimi anni per facilitare le pratiche di imbarco e sbarco dei Passeggeri con i loro bagagli e le strutture per le nuove disposizioni internazionali di sicurezza per l’accesso ai moli. 
La posizione geografica gioca un ruolo molto importante per gli itinerari.

Da Civitavecchia si possono fácilmente iniziare crociere che ritornano a finire nello stesso porto dando così opportunita’ ai Passeggeri di fermarsi a Roma con offerte turistiche per i giorni che precedono l’imbarco e che seguono lo sbarco. Si possono iniziare itinerari che terminano in ogni posto del Mediterraneo nessuno escluso, ma anche al di fuori come nel Nord Europa o Medio Oriente.  

pilot
Il Socio Referente CSLC Giuseppe C. Lemmi col Capo Pilota di Civitavecchia, Cap. Matteo Di Bartolomeo

Mi ricordo quando Capitan Matteo Di Bartolomeo, un genovese dall’aspetto irlandese, cominciò a fare il Pilota nel 1993. Lui più degli altri ha seguito l’evoluzione del porto ed in modo più particolare da quando nel 2005 diventò Capo Pilota. Con lui, negli anni, abbiamo commentato molte cose avvenute e molte cose viste nel Porto di Civitavecchia. Ad oggi i piloti sono sette (incluso il Capo Pilota), un altro ligure, Fabio Mandrilli; due campani, Michele Scotto Lavina e Giuseppe Causa; un pugliese, Pietro Daniele; un molisano, Antonio Augelli ed un laziale, Corrado Baliva. Loro amano l’autunno che é la fine della stagione delle crociere e che per i piloti significa l’inizio del periodo delle ferie. Lavorando con loro si vengono a conoscere in dettaglio le caratteristiche degli approdi.
La buona profondità del porto (quasi ovunque) permette di non avere problemi per il pescaggio, neanche per le mega navi che arrivano sempre più grosse. La vastità della Darsena Commerciale permette di far evoluire perfino il Queen Mary II.
Per i piloti il porto non si limita alle navi da crociera; ci sono i traghetti che devono ormeggiare nelle strettoie della parte antica del porto, le navi commerciali, le carboniere e le petroliere da ormeggiare alla boa SPM in mare aperto.  

Nel corso degli anni ho vissuto anche momenti brutti a Civitavecchia, per colpa del vento. Il vento peggiore é il Maestrale, quando soffia dalla sua direzione, che é il Nord Ovest, gonfia l’acqua proprio nell’asse del porto dalla sua entrata per cui, oltre che per il vento, le imbarcazioni soffrono per le onde. Fortunatamente però il Maestrale forte  in zona si verifica raramente, una o due volte all’anno. Lo Scirocco, che é esattamente il contrario del Maestrale (soffia da Sud Est), percorre l’asse del porto ma senza creare onde grazie alla protezione della radice del molo. Meno male, perché é il vento predominante nella zona.
Le esperienze più brutte a Civitavecchia le ho fatte col Libeccio (da Sud Ovest). “Lui” ti vuole staccare dalla banchina e vorrebbe farti strappare gli ormeggi. Un pomeriggio del 2001 ho passato ore in manovra usando tutta la forza laterale delle macchine perché il Libeccio aveva allargato la nave di sei o sette metri dalla banchina. I Piloti e tutti i rimorchiatori non mi potettero aiutare perché erano occupati con le altre navi che avevano strappato i cavi e si erano traversate nella canaletta, però, con la mia solita fortuna andò tutto bene. Un’altra volta, nel 2005, in manovra di arrivo col Pilota Corrado ce la vedemmo brutta per una improvvisa raffica: due rimorchiatori riuscirono ad arrivare in tempo. Ancora adesso con Corrado ne parliamo e ci congratuliamo a vicenda. 

Dicevo che non é finita qui..., infatti stanno per cominciare i lavori per l’allungamento di 500 metri della diga Antemurale, che poi é la casa dei crocieristi. Questa volta il motivo é quello di ridossare il futuro bacino per i traghetti che verranno spostati dal porto storico per rendere gli spazi alla Città e per migliorare l’accesso all’autostrada. Gli spazi che fino all’inizio del 2009 venivano usati per i container continueranno a operare con navi ro-ro; per tutte le altre merci ci sarà la banchina lato terra della grande darsena.

La carta nautica di Civitavecchia. usa il mouse per scorrerla

Nei prossimi cinque anni ci saranno interventi importanti nella zona Nord per la realizzaaione della Darsena Grandi Masse che ingloberà sia la banchina Enel già esistente sia il futuro approdo per le navi con prodotti come il carburante per gli aerei dell’aeroporto di Fiumicino o la nafta per la centrale Enel di Montaldo di Castro, insomma i prodotti che per adesso vengono scaricati tramite la monoboa in mare aperto.  

Adesso una parola per la Città: se é vero che i turisti delle crociere (salvo poche eccezioni) la attraversano soltanto, per chi lavora a bordo invece é diventata familiare. Ci sono giorni che con otto navi passeggeri in porto e quindi con almeno seimila persone di equipaggi, almeno la metà di loro scende a terra, chi per mangiare e bere, chi per acquisti, chi per noleggiare automobili, chi per spedire soldi a casa. Insomma, Civitavecchia ci vuole bene e noi la rispettiamo. Pensare che prima dell’avvicinamento della nave al porto, i nostri motori passano dal consumo di carburante normale a quello di nafta a basso contenuto di zolfo e quando la nave deve partire, per non deteriorare la parte immersa della banchina con il flusso delle nostre eliche, utilizziamo i rimorchiatori. Naturalmente tutto sotto la protezione di Santa Fermina.

Testo e foto CSLC Giuseppe C. Lemmi (10/2009)

 

Commenti 

 
#2 2010-01-15 17:23
la snav è molto bella complimenti!!!!
 
 
#1 2009-11-01 14:29
è da sballo la nave queen mery 2 ma si trova nel porto di civitavecchia?
 

Consulenze previdenziali

Consulenze Previdenziali

 

Copyright © 2017- Società Capitani e Macchinisti Navali - Camogli
E' vietata in qualsiasi forma la riproduzione, totale o parziale dei contenuti del sito
Any reproduction, total or partial of the contents of this website, is strictly forbidden


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy (raggiungibile anche col menu di sinistra). Per saperne di piu sui cookies di questo sito e come cancellarli, vedi la regole privacy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information
escort eskisehir escort eryaman escort samsun escort bursa