Inaugurati i giardini dedicati a Francesco Tarabotto Stampa
AddThis Social Bookmark Button

cer1

Lunedì 24 ottobre 2016 si è svolta a Genova Boccadasse, Via  Fausto Beretta, la cerimonia di intitolazione dei nuovi giardini alla memoria di Francesco Tarabotto (1877 - 1969), Comandante del transatlantico Rex che, nel 1933, vinse il prestigioso Nastro Azzurro.

Tale premio veniva conferito alla nave che effettuava il tragitto Gibilterra - New York alla massima velocità. La celebre nave italiana, costruita a Genova, coprì quella distanza ad una velocita di 28,92 nodi (54 km/h). Quell'impresa portò decoro e ammirazione da parte di tutto il mondo alla nostra marineria mercantile. Prima dell'affondamento avvenuto nel 1944 in Adriatico, il Rex fu comandato dal camogliese Vittorio Olivari. 

cer2
Il saluto di Giorgio Guerello, Presidente del Consiglio Comunale di Genova

La cerimonia di intitolazione è stata curata dall'Ufficio Cerimoniale Gabinetto del Sindaco di Genova. Sono intervenuti Giorgio Guerello , Presidente Consiglio Comunale di Genova; Alessandro Morgante, Presidente Municipio VIII Medio Levante; Flavio Testi, proponente e Don Alessandro D’Acunto, Direttore dell'Opera Don Orione di Genova. Era presente altresì Bernardo Ratti, presidente della Società Marittima di Mutuo Soccorso di Lerici, città natale di Francesco Tarabotto. Gli alunni della Scuola di Sturla "Gilberto Govi" hanno letto alcuni brani rievocativi dell'impresa del Nastro Azzurro.

cer3
L'intervento dell'Ing. Flavio Testi, Proponente dell'evento

La Società Capitani di Camogli era presente alla cerimonia durante la quale, il presidente Giovanni Camozzi ha letto "la Preghiera del Navigante".

cer4
Alunni della "G. Govi" leggono alcuni brani riguardanti l'impresa del Nastro Azzurro

cer5
Il presidente della Società Capitani di Camogli, Giovanni Camozzi, legge

"La Preghiera del Navigante"

cer6
Don Alessandro D'Acunto, Direttore dell'Opera Don Orione di Genova, benedice la targa

Nel pomeriggio dello stesso giorno, alle 14,30, ha avuto luogo la cerimonia al Cimitero di Staglieno di Genova per la benedizione della Cappella Tarabotto recentemente restaurata.

cap_tarab
La cappella della Famiglia Tarabotto, recentemente restaurata
(foto F. Testi)

cap_tarab2
Don Alessandro D'Acunto, Direttore dell'Opera Don Orione di Genova, attuale proprietaria
della Cappella, dinnanzi alla tomba di Francesco Tarabotto (foto F. Testi)

L'interessamento dell'Ing. Flavio Testi, amico della Soc. Capitani di Camogli, è stato determinante per restituire a Francesco Tarabotto il giusto ricordo e decoro (leggi suo intervento qui di seguito).

cer7

Bruno Malatesta (10/2016 - immagini dell'autore escluse due foto di F. Testi)

 


 

Genova e Tarabotto
di Flavio Testi (Proponente dell'intitolazione dei Giardini Tarabotto e del restauro della Cappella Tarabotto a Staglieno).

Mio padre Metello è il marittimo rimasto più a lungo a bordo del Rex, alcuni mesi durante l’allestimento per il montaggio della Centrale Elettrica e nelle prove in mare per conto dell’Ansaldo e poi per la Società Italia dal viaggio inaugurale del 16 settembre 1932 sino all’ultimo viaggio a Trieste 7 luglio 1940. A bordo era sottufficiale addetto alla Centrale Elettrica, ma anche primo violino in una delle orchestre.
Da bambino mi ha sempre raccontato gli episodi salienti del Rex, con numerosi dettagli e ciò fece nascere in me una particolare predilezione ad occuparmi della storia dei vecchi transatlantici sia italiani che stranieri, su cui ho svolto specifiche ricerche, scoprendo fatti interessanti, sovente trascurati o poco noti.

Dopo i festeggiamenti del 2013 per gli ottant’anni della vincita del Nastro Azzurro a cui ho partecipato a Lerici ed a Genova, mi ero riproposto di contribuire a mantenere viva la storia del Rex, con tre azioni concrete:
1.    Ristrutturazione della Cappella Tarabotto nel Cimitero di Staglieno;
2.    Dedica  di un area del Comune di Genova a Tarabotto;
3.    Recupero dell’ultima elica del Rex ancora presente nei bassi fondali della Slovenia.
La fattibilità di quanto sopra impatta purtroppo con l’affrontare percorsi e pratiche non sempre semplici o di sicura tempistica o risultato.   
Oggi i primi due punti si sono realizzati.

La Cappella Tarabotto, appartiene per lascito all’ Opera Don Orione di Genova, grazie al grande impegno  del suo direttore Don Alessandro d’Acunto, è stata completamente ristrutturata, con il rifacimento delle vetrate, della porta d’ingresso e con il fissaggio dei marmi esterni e la conservazione degli intarsi esistenti in facciata e che raffigurano i quattro evangelisti. I lavori sono purtroppo stati sospesi più volte dalla Sovraintendenza per discussioni su dettagli esecutivi e sono stati necessari diversi sopralluoghi per poterli riprendere. Tarabotto, quando comandava l’Augustus, conobbe personalmente Don (oggi Santo) Luigi Orione mentre si recava in Sud America e rimase poi in contatto con lui. La cappella ristrutturata è stata inaugurata il 24 ottobre 2016 alle 14:30 con cerimonia privata e benedizione di Don Alessandro D’Acunto.
Il Comune di Genova ha accolto favorevolmente la mia proposta per la dedica di un area di Genova al Comandante Tarabotto, dopo una procedura durata circa un anno ed ho poi dovuto  ricercare direttamente quale area dedicare, considerando che le strade nuove erano tutte in aree decentrate ai confini della Città, mentre era utile individuare un area centrale e possibilmente vicina al porto od almeno della zona ove il Comandante aveva vissuto. Dopo la ricerca, ho dovuto ottenere una delibera ufficiale del Comune. Ho quindi dovuto occuparmi, assieme al Municipio 8, delle procedure e dell’organizzazione dell’evento di inaugurazione. La mia scelta è caduta sui nuovi giardini di 2.562 mq. appena ultimati a Boccadasse, a circa un chilometro  da Corso Italia, ove Tarabotto risiedeva , in una zona centrale nella Città. L’area è molto estesa e potrebbe ospitare in futuro anche l’elica del Rex, se si riuscirà a recuperare.
La cerimonia di inaugurazione si è svolta il 24 ottobre 2016, con la presenza della banda della Marina Militare e quella di molte associazioni di Marittimi e dell’Istituto Nautico San Giorgio. Notata l’assenza di alcuni enti, quali Fondazione Ansaldo, il Museo Galata e le Autorità portuali locali.    
Mi auguro che anche altre città e cittadine italiane si ricordino dell’unico comandante italiano vincitore del Nastro Azzurro, il più famoso nella storia della marineria internazionale e dedichino a lui altre vie e piazze.

Per il terzo punto, la maggiore difficoltà non è tecnica. L’elica a quattro pale in bronzo speciale, fusa in Ansaldo a Genova, pesa sedici tonnellate con un diametro di circa cinque metri. Si trova a dieci metri di profondita’ e circa ottanta metri dalla riva, quindi recuperabile con una chiatta con gru e la nostra Marina Militare sarebbe ampiamente abile a farlo. Occorre però operare nelle acque territoriali della Slovenia e quindi il Ministero degli Esteri italiano dovrebbe trattare uno specifico accordo, in quanto non è ancora valida la convenzione Unesco sulla conservazione dei relitti storici dopo cento anni dall’affondamento, perché il Rex fu affondato da aerei inglesi l’8 settembre 1944 ed il periodo trascorso è inferiore.
Confido comunque che anche questo terzo punto possa essere attuato. Manterrò costante la mia attenzione ed azione verso le Autorità perché venga realizzato.
Una nazione che dimentica e trascura la sua storia marittima e le sue eccellenze, non agisce correttamente per stimolare il suo reale miglioramento.

Flavio Testi (10/2016)

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy (raggiungibile anche col menu di sinistra). Per saperne di piu sui cookies di questo sito e come cancellarli, vedi la regole privacy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information
escort eskisehir escort eryaman escort samsun escort bursa