Aivazovsky: i velieri e la Luna Stampa
AddThis Social Bookmark Button

Tempo fa, nella nostra Sede, osservando un dipinto d'autore sconosciuto che rappresenta il veliero Stefano Razeto, venne spontaneo notare che mostrava la particolarità di essere illuminato da una lattiginosa luce lunare.


Dipinto  notturno di autore sconosciuto: "Nave a vela Annibale Razeto"


Inoltre, nel Civico Museo Marinaro "G.B. Ferrari" di Camogli, dove molti sono i dipinti esposti, non vi sono quadri raffiguranti scene di mare durante una notte di Luna. Anzi sembrava che di questi quadri ve ne fossero pochissimi esistenti in quanto la luce lunare non ha la capacità di evidenziare la gioiosa immagine di una bianca vela gonfia di un burrascoso vento; poi, le onde stesse, perdono la leggiadra bellezza delle loro bianche creste.


Ritratto (1841) di Ivan Aivazovsky

Giorni fa, invece, grazie agli amici di Facebook, abbiamo scoperto un celebre artista romantico russo, Ivan Aivazovsky (1817 - 1900), pittore che è stato artefice di ben seimila opere, la metà delle quali, rappresentanti per lo più scenari marinari. Nel dettaglio, circa millecinquecento sarebbero dipinti di navi e marine al chiaro di Luna!

      Aivazovsky lavorò principalmente in Crimea (anche durante la Campagna del 1853-56): questa particolarità ci interessa poichè molti furono i velieri camogliesi che parteciparono  a quella spedizione e sicuramente le atmosfere riprodotte dall'artista russo ci danno l'idea di dove operassero i nostri barchi a quel tempo. Aivazovsky fu inoltre molto apprezzato dal governo russo che gli pagò, tra l'altro, un formativo viaggio in Italia, proprio per riconoscimento e fiducia nelle sue opere che illustravano - di fatto - varie unità della Marina dello Zar.


Ivan Aivazovsky: "Notturno: Velieri nelle acque di Crimea"

Va qui ricordato che l’artista romantico non usava schizzi o disegni di riferimento: dopo aver osservato uno scenario, ritornava nel suo studio e iniziava a lavorare a memoria…

      Per ritornare al dipinto della nostra Sede, visto che rappresenta una nave gestita da armatori camogliesi del primo Novecento, si può affermare che - molto probabilmente - lo sconosciuto artista si è ispirato ai lavori di Aivazovsky che, come si evince dai suoi eccezionali quadri, le vele e le creste d'onda non sono assolutamente opacizzate dalla luce lunare, anzi, colpite dai suoi misteriosi raggi, emettono un'energia più affascinante e l’impianto cromatico che ne risulta richiama nell'intimo l'eterno confronto dell'Uomo col mare.


Ivan Aivazovsky: "Notturno: Velieri nelle acque di Nizza"

Dopo aver osservato alcune opere di Aivazovsky sui chiari di Luna marini, a qualcuno potrebbe venir in mente di organizzarne una mostra a Camogli: va qui detto che la maggior parte dei collezionisti e  musei interessati si trovano in Russia e Turchia, quindi si tratterebbe di un’ipotesi finanziaria abbastanza rilevante. Per adesso, ci accontentiamo di contemplarle così…

Bruno Malatesta (1/2015 – immagini libere da copyright)

Vedi qui altre opere di Ivan Aivazovsky

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy (raggiungibile anche col menu di sinistra). Per saperne di piu sui cookies di questo sito e come cancellarli, vedi la regole privacy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information
escort eskisehir escort eryaman escort samsun escort bursa